Ottantuno s.r.l. è certificato Bureau Veritas | Sicurezza sul lavoro HACCP Medicina del Lavoro Privacy Corsi di formazione | Latina | Ottantuno S.r.l.
AREA CLIENTI
Regione Emilia Romagna, schede su associazione tumori professionali e attività

BOLOGNA – Tumori professionali, neoplasia e attività lavorativa; l’incidenza del mesotelioma maligno da amianto in Emilia Romagna al 31 dicembre 2014.

Pubblicati dalla Regione Emilia Romagna nell’area online dedicata alla sicurezza sul lavoro e al Comitato Regionale di Coordinamento, due documenti riguardanti i tumori di origine professionale.

Un primo documento dedicato ai medici del lavoro e all’anamnesi professionale, nel quale vengono elencate lunghe serie di casi di associazione tra neoplasia e attività lavorativa; un secondo documento nel quale vengono riportati i dati di incidenza ed esposizione all’amianto in regione fino al 31 dicembre 2014.

Associazione tumori professionali e attività lavorativa 

Tumori professionali – Schede di associazione tra neoplasia e attività lavorativa. Si tratta di un opuscolo della Ausl di Parma finito di stampare nel luglio 2014, opuscolo nato con l’obiettivo di promuovere una maggiore collaborazione tra medici del lavoro e clinici nell’anamnesi e negli accertamenti sanitari, al fine individuare o far emergere casi di tumore professionale.

Una lunga e dettagliata guida, che partendo dalla definizione di tumore professionale, dalle definizioni Iarc, le nuove neoplasie, il ruolo del primo medico, conclude riportando una serie di schede di associazione tra neoplasia e attività lavorativa.

Undici schede, per ogni scheda una patologia. All’interno di ogni scheda gli agenti cancerogeni certi o con probabile attività e per ogni agente tutte le attività professionali coinvolte.

Le schede sono:

  • “mesotelioma pleurico, peritoneale, pericardico o della tunica vaginale del testicolo;
  • cancro del polmone;
  • carcinoma cavità nasali e paranasali;
  • carcinoma del nasofaringe;
  •  cancro della laringe;
  • tumori del sistema emolinfopoietico;
  • carcinoma e angiosarcoma del fegato, carcinoma della colecisti e delle vie biliari;
  • cancro della vescica;
  • epiteliomi cutanei;
  • melanoma;
  • altre neoplasie”.

Il mesotelioma maligno da amianto in Emilia Romagna

Il secondo documento è un rapporto del Servizio sanitario regionale Emilia Romagna Ausl Reggio Emilia e del Rem Registro mesoteliomi regionale attivo dal 1996, sui casi di mesotelioma maligno, insorti dal 1° gennaio 1996 in soggetti residenti in regione al momento della diagnosi.

Un’indagine condotta su 2.127 casi di mesotelioma maligno, a sede pleurica, pericardica, peritoneale e della tunica vaginale del testicolo. 

shaped by brdesign.it